Robin Hood's Bay

Robin Hood's Bay paese da cartolina, offre un paesaggio di quelli che non si dimenticano.

Nel corso degli anni trascorsi in Inghilterra, ho avuto la fortuna di visitare più volte Robin Hood's Bay, un paese di marinai che si arrampica sconfiggendo la forza di gravità lungo l'orlo di alte scogliere. Ecco a voi il mio racconto di viaggio.

Ci troviamo a Robin Hood's Bay, un paese da cartolina situato nello Yorkshire del Nord, in Inghilterra. Il paesaggio è di quelli che incantano e non si dimenticano più. In un attimo ci si innamora di questo posto: basta guardare le acque del Mare del Nord, che in un andirivieni di onde violente, incontrano irruenti la terra frastagliata e ruvida del paese.

Le colline, dolci e rotonde, si trovano un pochino fuori  dall'abitato dove la campagna inglese si lascia ammirare in tutta la sua bellezza. Robin Hood's Bay si visita a piedi: le macchine vanno lasciate in un parcheggio all'inizio del paese. Così, armati di scarpe comode, si comincia a scendere seguendo la via principale tanto irta e scoscesa da richiedere il posizionamento di alcuni pratici corrimano nei punti più difficili. Dalla via maestra, come in una specie di labirinto, si diramano tante caratteristiche viuzze ricoperte di pietra e ciottoli.

L'abitato è formato da tipici cottage inglesi  perlopiù bianchi. I tetti sono rossi e ricordano un po' le coperture delle case nel centro Italia. Sarà la vicinanza con il mare ma – nonostante la sua nordicità, ho sempre sentito in Robin Hood's Bay un certo non so che di mediterranneo. Forse sarà anche per via dei coloratissimi fiori che appaiono ovunque in paese. Del resto, anche qui, come in ogni angolo d'Inghilterra, la passione per il giardinaggio è unanime.

Girando per le strade di questo paese, si avverte un forte spirito di libertà ma anche di mistero, dovuto forse al fatto che, in passato, Robin Hood's Bay fosse terra di contrabbandieri e banditi. Oggi il paese vive principalmente di turismo: numerosi sono le botteghe e i laboratori artigianali gestiti perlopiù da artisti che ispirati dai caratteristici e pittoreschi tratti del paese, hanno deciso di far vivere qui la loro arte.

Consiglio a tutti di sostare in uno dei tanti coffee shop: luoghi unici e dal gusto bohemien dove oltre ad un caffè lunghissimo (o – ovviamente - un the fatto come la tradizione vuole), potrete assaporare dolci dal sapore casalingo – generalmente biscotti, torte oppure gli immancabili scones con la panna e la marmellata.

In fondo al paese poi, c'è una specie di balcone sul mare, creato per poter ammirare  in sicurezza le acque che si infrangono ad ogni secondo contro le imponenti scogliere. Un consiglio che do a tutti è quello di abbandonarsi alla bellezza di questa mare, tanto diverso da quello che abbiamo in Italia, magari chiudendo gli occhi  per assaporare – completamente abbandonati - la gioia dell'infinito. Chi vuole, può anche esprimere un desiderio – che il mare custodirà fino a quando il vostro sogno non diventerà realtà.

Robin Hood's Bay è un posto adatto a tutti in particolar modo a chi ama i paesaggi un po' “ruvidi” e pittoreschi. Sicuramente questo paese è un luogo ricco di poesia – quindi adatto ai romantici – che qui, troveranno pane per i loro denti. Per un fatto puramente dovuto alla conformazione fisica del paese Robin Hood's Bay è sconsigliato a persona con scarsa capacità di movimento. 

Foto di:
http://www.flickr.com/photos/earthwatcher/

Articolo inserito da angelina il 13/09/2009.

Commenti robin hoods bay

Inserisci commento