I velieri di Camogli

Famosa per i suoi colorati palazzi sulla spiaggia, il porto e i velieri, Camogli è uno splendido borgo di mare sulla riviera ligure

Famosa per i suoi colorati palazzi sulla spiaggia, il porto e i velieri, Camogli è un borgo di mare che si trova in provincia di Genova, e conta circa 5500 abitanti. I colori delle case aiutavano i marinai a riconoscere la propria e a farvi ritorno, sia che fossero via per mare, sia che fossero fuori a pesca. Per il suo clima mite è considerato una ridente meta per il turismo. Tra i personaggi famosi che ebbero residenza nella località o negli immediati dintorni, si ricordano Sandro Pertini, Giuseppe Garibaldi, e Nietzsche.

Come raggiungere Camogli

Aereo:

L’aeroporto di Genova è il più comodo per raggiungere Camogli, con voli giornalieri da e per Napoli, Parigi, Roma, Bari ed altri importanti scali nazionali ed internazionali.

In auto:

Per arrivare in autostrada, è necessario percorrere la A12 ed uscire al casello di Recco, poiché Camogli non è direttamente collegata. Si può giungere anche dalla ex strada statale 1, Aurelia, a pochi km dalla città.

In nave:

I battelli della linea Golfo Paradiso permettono di raggiungere le località delle Cinque Terre, Monterosso, Porto Venere, ed il celebre Acquario di Genova.

Dove alloggiare

Hotel e residence, affittacamere e bed&breakfast sono le possibilità più diffuse nella zona, e i prezzi si adattano ad ogni esigenza economica. Si segnalano alcune sistemazioni alberghiere come la Locanda dei tre Merli, il Cenobio dei Dogi ed il Kulm Hotel per una permanenza comoda e rilassante.

Gastronomia:

i primi a base di pesto, i piatti di pesce, e la torta salata di Camogli, sono tra le specialità locali: in particolare si ricordano la focaccia di patate, il merluzzo contornato di cannellini e pomodori, la salsa di noci, le frittelle di rossetti, piccoli pesciolini pescati al largo di Camogli.

Curiosità:

la Sagra del Pesce si svolge la seconda domenica di maggio, e prevede che venga cucinata una gigantesca frittura di pesce in un contenitore largo circa 4 metri: è diventata una delle principali attrattive turistiche;

la Festa di San Fortunato si svolge la notte precedente quella del pesce: l’icona del santo viene sollevata e trasportata in una processione con la banda al seguito: dopo i fuochi d’artificio vengono bruciati due grandi falò organizzati dai quartieri del Porto e del Pinetto, che cercano di preparare quello più spettacolare.

La Stella Maris si celebra la prima domenica di agosto ed è dedicata alla Madonna, di cui il mosaico Stella Maris è rappresentazione. Quando viene la sera, tante barche a remi illuminano con le torce l’acqua del porticciolo, mentre dalla spiaggia, le persone appoggiano in mare tantissimi e suggestivi lumini, che accendono la riva.

Foto di: Umberto Fistarol (sooo busy) [http://www.flickr.com/photos/16581899@N07]

Articolo inserito da Massy il 07/12/2009.

Commenti camogli

Inserisci commento