Nizza: la capitale della Costa Azzurra

La promenade des Anglais, la Vecchia Nizza ed i suoi vicoli, i musei: la più italiana delle città francesi.

A soli 10 minuti dal confine di Ventimiglia, ai piedi delle Alpi Marittime sorge Nizza, città francese con un passato italiano: vi nacque Garibaldi ad esempio che è ricordato in una via del centro e con una bellissima statua.

Quinta città della Francia, secondo aeroporto più trafficato e Capitale della Costa Azzurra, Nissa, in dialetto occitano, è una città con molte sfaccettature: vecchia, adagiata, senza parcheggi ma una volta visitata non puoi fare a meno di tornarci.

Cosa vedere a Nizza:

La Promenade des Anglais

il lungomare di Nizza insieme a Quai des Etat-Unis: forse uno dei più belli al mondo. Celebre è l'hotel Négresco, al n. 37, costruito nel 1912 per il violinista gitano Henry Négresco, caduto in disgrazia nel 1920. Oggi è un hotel lussuoso, le cui suite arrivano a costare 4000 euro a notte ma nel quale si alloggia a prezzi 10 volte minori: per chi può permetterselo è un must assoluto. Altrettanto celebri sono i ristoranti dell'hotel: lo Chantecler, 2 stelle Michelin (e prezzi di conseguenza) e La Rotonde.

Cours Seleya

sede di un mercato di fiori, è un posto da cercare per la pacatezza, la mancanza di traffico e per sorseggiare un caffé in uno dei tavolini all'aperto in un qualsiasi periodo dell'anno. Sì, perché Nizza gode di un clima fantastico: non è raro in inverno trovare giornate miti e scorgere qualcuno sul lungomare a prender il sole.

Vieux-Ville

La vecchia Nizza, fatta di vicoletti, strade pedonali edifici tipici, italiani e di colore pastello. Sede di numerossimi negozi che vendono pane, salumi, olive, vini, la cosa che probabilmente più colpisce il turista che vi accede la prima volta sono i profumi: fiori, essenze, pane. Purtroppo difficile da descrivere la sensazione ma senza dubbio il consiglio è quello di girovagare senza una meta fissa lasciando andare i sensi.

Place e Rue Masséna

Place Massena è sede di una bellissima fontana con getti altissimi e di statue di arte moderna di Plensa, illuminate di notte. La strada invece è un corso pedonale con numerosi ristorantini, alcuni di ottimo livello, altri meno. Place Messena è sede, insieme alla promenade des Anglais di uno dei vanti di Nizza:

Il Carnevale di Nizza

Dura 3 settimane intorno a febbraio e la città si trasforma. Il clima è contagioso, i colori sembrano più brillanti e tutti più felici. In Place Messenasi alternano manifestazioni e bande musicali mentre sulla Promenade c'è la sfilata di carri allegorici. La folla è impressionante e lo spettacolo altrettanto. Se andate in Costa Azzurra non in estate, fate in modo di essere a Nizza durante il Carnevale.

Cattedrale Ste-Réparate

Edificio in barocco, collocato in Place Rossetti, nel cuore della vecchia Nizza, con una cupola in maioliche e splendidi interni decorati con marmi e stucchi. 

Musei

Numerosi e di ottimo livello: da non perdere il Museo Matisse, collocato a Villa des Arenes, villa genovese del XVII° secolo. Presenti nel museo 68 quadri, 57 sculture, 236 illustrazioni, 218 incisioni, 14 libri illustrati, 95 fotografie e centinaia di oggetti appartenuti del Maestro fauvista. Il museo è aperto tutti i giorni, tranne i martedì, Natale, Pasqua, Capodanno ed il primo maggio, dalle 10 alle 18. Il biglietto è di 3 euro per gli adulti. Si raggiunge facilmente con gli autobus delle linee 15, 17, 20, 22, 25 scendendo alla fermata Arènes / Musée.

Da visitare il Museo Chagall che ospita la più grande collezione delle opere di Marc Chagall, tra le quali 17 tele del tema biblico ed il museo Masséna. Meritevoli inoltre il museo di Arti Asiatiche ed il museo des Beaux-Arts.

Come raggiungere Nizza

In auto: percorrendo l'autostrada A8, la Provençale, continuazione francese della A10, Genova-Ventimiglia, l'autostrada dei Fiori italiana. Per chi ha tempo un'ottima alternativa è rappresentata dalla strada statale 1, Aurelia: partendo da Ventimiglia, in un'oretta abbondante è possibile arrivare a Nizza passando per Menton e Montecarlo; il percorso, gli scorci, il panorama e i posti attraversati fanno dimenticare in fretta il tempo maggiore. 

In treno: sono numerosi i treni che dall'Italia raggiungono la città della Costa Azzurra. Per chi alloggia in città può essere una soluzione da tenere in conto.

In aereo: probabilmente la soluzione migliore. L'aeroporto di Nice-Côte d'Azur è il secondo più trafficato della Francia ed è inoltre molto comodo da raggiungere, essendo posto alla fine della Promenade des Anglais a circa 8 km dal centro cittadino. Numerosissime le compagnie lo servono e dunque, per l'offerta elevata, è facile trovare voli a bassissimo costo.

Via mare: il porto di Nizza serve principalmente le tratte per la Corsica. A meno che non disponiate di uno yacht e sfuggite Cannes e Montecarlo, probabilmente tale possibilità non vi interessa affatto. :)

Piatti tipici nizzardi:

  • la socca, una sorta di farinata ligure: olio di oliva, farina di ceci ed acqua, resa sottilissima e cotta.
  • le pistou: una copia del pesto alla genovese, servito praticamente ovunque, anche nei paninì.
  • l'insalata nizzarda o salade niçoise: un piatto unico formato di solito da patate, fagiolini, pomodori, acciughe, olive e spezie varie. Pesantuccio ma da gustare assolutamente!
  • pan-bagnat: molto simile al pan bagnato italiano.

Come si nota, la cucina tipica nizzarda ha molti elementi in comune con quella italiana, in particolare con quella ligure: un altro motivo per cui la città è frequentata spesso da italiani, anche se, in sincerità, in questo campo hanno ancora da imparare. Scegliete quindi piatti non tipici della città attingendo dall'ottima cucina francese.

Ah, non prendete il caffé: anche se lo chiedete espresso e ristretto vi danno un qualcosa che ci assomiglia lontanamente e con la quantità con cui a Napoli ve ne danno 4. Peccato.

Dove alloggiare a Nizza:

Se non potete permettervi il Negresco, cercate un hotel nei pressi della città vecchia o in alternativa, se cercate il mare sceglietelo sulla Promenade des Anglais: ce ne son per tutte le tasche. Sta prendendo molto più piede l'affitto di appartamenti, specialmente in estate, da parte di residenti che partono per le ferie: se non cercate il lusso e la comodità a tutti i costi può essere una possibilità molto interessante per chi non vuole spendere molto e vivere come un vero nizzardo. Ah, per completezza, e come in quasi tutta la Francia, nei bagni non c'è il bidet. :P

Articolo inserito da Massy il 25/08/2009.

Commenti nizza

  1. Icona utente di: wanilla
    wanilla
    25/08/2009 18:08
    wow mi ispira questo posto!

    mi ispirava tutto, fino a quando non ho letto che nei bagni non c'è il bidet :D

    cmq interessante articolo e belle anche le foto :-)))

    soprattutto la n. 3 della gallery :P

Inserisci commento